2 Agosto: Bologna non dimentica

L’aria è ferma,
non si muove una foglia.
E io, di parlar d’agosto,
non ne sento la voglia.
Quindi taccio,
fermo davanti all’orologio.
Un treno fischia,
Bologna ha gli occhi bagnati.
Si, gli occhi sono bagnati
e il cuore pieno di mestizia.
Ma nessuno si illuda:
Bologna vuol giustizia!

Poesia di Cesarino Volta