Caterpillar prodotti stradali srl: raggiunto accordo sul rinnovo del contratto integrativo aziendale

La Caterpillar Prodotti Stradali Srl è un’importante azienda multinazionale, con sede a Minerbio (BO), specializzata nella produzione di macchinari per le costruzioni e per la pavimentazione stradale, quali asfaltatrici, vibrofinitrici, fresatrici e rulli compattatori ed occupa circa 170 dipendenti.

Mercoledì 18 settembre 2019 è stata raggiunta con la RSU e le OO.SS. Fiom-CGIL e Uilm-UIL un’intesa per il rinnovo del Contratto Aziendale per il periodo 2019-2022.

L’ipotesi di accordo è stata sottoposta al voto dei lavoratori, tramite referendum a scrutinio segreto, ed ha ottenuto il 98% di voti favorevoli.

L’accordo rafforza la storia contrattuale all’interno della Caterpillar, con avanzamenti importanti sui diritti collettivi e sul salario.

Dal punto di vista salariale è previsto un Premio di Risultato (PDR) pari a 2300 euro annui parametrati al 5° livello. La riparametrazione è stata divisa in tre macro fasce (prima fascia fino al 4° livello, seconda fascia 5° livello e terza fascia dal 5° livello Super fino all’8° livello).

E’ stato introdotto un quinto indicatore di sostenibilità ambientale legato alla riduzione degli sprechi ed alla migliore organizzazione del lavoro.

I progetti e le azioni da mettere in campo per raggiungere l’obiettivo, saranno oggetto di discussione all’interno della commissione paritetica tra azienda e rappresentanti dei lavoratori.

Saranno, inoltre, valorizzate le attività finalizzate alla tutela della salute e della sicurezza (in coerenza con il Protocollo di Intesa tra Inail, Federmeccanica, Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Uilm-Uil) volte ad implementare le segnalazioni, le buone pratiche e le misure preventive.

Una quota di salario aziendale pari ad 800 euro annui, uguali per tutti i lavoratori resterà, comunque, garantita (nell’accordo precedente tale quota era pari ad euro 500).

Per i lavoratori che non potranno beneficiare della flessibilità dell’orario di lavoro, è stata introdotta un’indennità di efficienza organizzativa, pari ad euro 1 giornalieri (circa 220 euro annui come valore massimo erogabile).

La previdenza complementare (Previlabor e Cometa) vedrà, dal 1° gennaio 2020 l’aumento del contributo a carico azienda che passerà, dal 2% previsto dal CCNL, al 2,2%.

Saranno raddoppiati i permessi in caso di malattia dei figli passando dagli attuali 5 giorni a 10 giorni e saranno utilizzabili da ciascun genitore, estendendo l’età dei figli dagli 8 ai 12 anni.

Le Parti hanno, infine, sottoscritto un accordo quadro di regolamentazione dell’istituto dello Smart Working che permetterà di meglio bilanciare i tempi di vita con quelli di lavoro.

Un ringraziamento alla RSU ed ai lavoratori della Caterpillar Prodotti Stradali Srl che, con il loro impegno, ci hanno permesso di raggiungere questo accordo.

Bologna, 24 settembre 2019

FIOM CGIL BOLOGNA                  UILM-UIL BOLOGNA