Sciopero alla 3F Filippi di Pianoro. L’Azienda attacca la Democrazia e la Rappresentanza

Sciopero partecipato e presidio ai cancelli della 3F di Pianoro questa mattina contro l’atteggiamento messo in campo dall’Azienda e a sostegno delle Organizzazioni Sindacali.

Come Fiom Cgil Bologna, Uilm Uil Bologna insieme alla RSU 3F riteniamo inaccettabile la decisione della direzione aziendale, sostenuta da Confindustria, di ricorrere al Comitato Provinciale dei garanti con l’obiettivo di ridurre il numero di delegati sindacali da 5 a 4, e addirittura con la richiesta formale di 3 soli delegati, nonostante i dipendenti dell’azienda non siano calati.

Nell’incontro svoltosi questa mattina presso l’Ispettorato Territoriale del Lavoro le Organizzazioni Sindacali hanno ribadito unitariamente di non essere disponibili ad accettare la riduzione della rappresentanza sindacale in quanto le elezioni si sono svolte nella regolarità e piena applicazione delle norme ad oggi vigenti.

Riteniamo grave il comportamento dell’Azienda che mostra una insofferenza verso la democrazia in fabbrica e la rappresentanza dei lavoratori, tanto più grave in un momento in cui c’è bisogno di più partecipazione e più condivisione per affrontare insieme le difficoltà, come ci hanno mostrato gli ultimi mesi di emergenza sanitaria.

Sarebbe questa la “rivoluzione” che ha in mente il nuovo presidente di Confindustria e sarebbe questo il nuovo corso della Confindustria di Bologna?

Oggi la democrazia si difende sui cancelli della 3F.


Fiom Cgil Bologna, Uilm Uil Bologna, RSU 3F

Bologna 07/09/2020