CONCLUSA VERTENZA INDIVIDUALE IN APPALTO UNIBO

MAI ABBASSARE L’ATTENZIONE SULLE CONDIZIONI DI LAVORO E SALARIALI NEGLI APPALTI

Si è oggi conclusa, con una conciliazione, la vertenza intrapresa da un lavoratore metalmeccanico, assistito dall’Avv. Stefania Mangione della FIOM di Bologna, che svolgeva la sua attività nell’ambito di un appalto dell’Università di Bologna.

Il lavoratore, che faceva l’elettricista nel cantiere dello studentato dell’Università di Bologna in via Gobetti, si era inizialmente rivolto al sindacato a fronte del mancato pagamento delle ultime retribuzioni e del TFR da parte del suo ex datore di lavoro e aveva contestato la legittimità della sua utilizzazione nell’ambito del subappalto e rivendicato la corresponsione dei propri crediti anche nei confronti dei committenti.

La FIOM – CGIL di Bologna esprime soddisfazione per l’esito della vertenza che attesta l’importanza di monitorare, da parte del sindacato, il lavoro svolto nelle catene di appalti e subappalti, non soltanto nel settore privato ma anche nel lavoro pubblico.

È indispensabile, anche e soprattutto in questo contesto, che i committenti pubblici esercitino il proprio fondamentale dovere di vigilanza sulla condotta delle imprese appaltatrici e sulle condizioni di lavoro negli appalti, luoghi dove oggi si addensano preoccupanti fenomeni di sotto-protezione e dumping salariale.

Bologna, 20 giugno 2022

FIOM CGIL Bologna

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.