C’È UN FARO IN MONTAGNA – UNA INSTALLAZIONE MULTIMEDIALE E UN’INCHESTA RACCONTANO L’APPENNINO A DUE ANNI DALLA VICENDA SAGA COFFEE.

Sabato 2 dicembre alle ore 16 verrà inaugurata, presso il Centro Convegni Alto Reno “ex Cottolengo”, un’installazione multimediale che attraverso fotografie, video, audio, racconterà i risultati di un’inchiesta sociale sull’Appennino bolognese a due anni dalla vicenda SaGa Coffee.

Proprio la vicenda SaGa Coffee, culminata in una durissima lotta durata cento giorni e portata avanti dalle lavoratrici della SaGa, ha contribuito ad accendere un faro sulla situazione sociale dell’Appennino, un luogo allo stesso tempo fragile e affascinante che necessita urgentemente di un rilancio.

Da qui la necessità di questa inchiesta promossa dal Comune di Bologna e dalla Città Metropolitana, messa in campo con la specifica delega affidata ad Erika Capasso e realizzata dalla Fondazione Innovazione Urbana in collaborazione con Fiom-Cgil, Fim-Cisl e Lorenzo Zamponi, ricercatore della Scuola Normale Superiore di Firenze.

All’iniziativa di Sabato 2 dicembre parteciperanno, tra gli altri:

Erika Capasso, delegata Comune di Bologna all’inchiesta sociale e presidente della Fondazione Innovazione Urbana.

Matteo Lepore, sindaco di Bologna.

Vincenzo Colla, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Emilia Romagna.

Igor Taruffi, assessore alla Montagna e aree interne Regione Emilia-Romagna.

Primo Sacchetti della FIOM-CGIL di Bologna-Emilia Romagna

Maurizio Fabbri, presidente Unione Comuni dell’Appennino e sindaco di Castiglione de’ Pepoli Giuseppe Pucci, sindaco di Gaggio Montano.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *