Approvato oggi 30 settembre 2022 all’unanimità il primo contratto aziendale in NIFO Srl, storica azienda di Monte San Pietro, che produce sistemi frenanti.

Nell’azienda che occupa al momento 35 dipendenti, viene introdotto un sistema di informativa sindacale periodica e di incontri preventivi in caso di modifiche organizzative che abbiano impatto sulle modalità di lavoro e sull’occupazione. 

La formazione diventa elemento centrale di confronto tra azienda ed Rsu per lo sviluppo della professionalità di tutte le lavoratrici e i lavoratori, dando piena attuazione a quanto previsto dal CCNL e garantendo a tutti i lavoratori la certificazione delle competenze acquisite e della formazione svolta. 

Di particolare rilevanza il capitolo sull’occupazione, all’interno del quale abbiamo garantito che il contratto a tempo indeterminato sia la forma contrattuale di riferimento, riducendo il vincolo di assunzioni dei tempi determinati e somministrati al 10% e introducendo il diritto alla stabilizzazione dopo 12 mesi di lavoro anche non consecutivi. 

Corposo il capitolo sui diritti individuali, con l’introduzione di due pacchetti da 16 ore di permessi per malattia dei figli fino a 14 anni di età e per visite mediche, utilizzabili anche per assistere i familiari fino al secondo grado, oltre che il diritto a richiedere senza condizioni l’anticipo del TFR. 

Per fronteggiare le bolle di calore è stata, inoltre, prevista la possibilità di attivare un’orario estivo per ridurre la presenza dei lavoratori nelle ore più calde e sono state concordate iniziative volte al miglioramento del micro clima. 

Novità anche dal punto di vista economico, con l’introduzione di un sistema premiale variabile che entrerà in vigore a partire dal 2023. 

Per FIM FIOM e per la RSU NIFO SRL si tratta di un risultato importante, che conferma il ruolo centrale della contrattazione di secondo livello per affrontare gli effetti di una fase così complicata ed incerta e l’impegno unitario a estendere la contrattazione anche nelle aziende medio piccole di cui il nostro territorio è ricco.

Bologna, 30 Settembre 2022

RSU NIFO SRL – FIM FIOM BOLOGNA

Venerdì 7 ottobre 2022, due ore di sciopero in tutte le aziende metalmeccaniche del territorio bolognese
alla fine di ogni turno di lavoro


Abbiamo appena sottoscritto l’accordo integrativo aziendale, i cui contenuti erano stati approvati all’unanimità dai lavoratori in assemblea prima delle ferie estive, all’Isea srl di Argelato.

Isea srl è una piccola azienda di Argelato, sotto ai 30 dipendenti, specializzata nella progettazione e nella costruzione di serrande, dove l’ultimo contratto aziendale risale al 2010.

Con l’accordo si stabilisce che le parti si incontreranno entro il mese di marzo di ciascun anno per la pianificazione ferie. Le parti si sono inoltre impegnate in un’attenzione crescente in materia di sicurezza sul lavoro con un rispetto rigoroso delle misure di sicurezza aziendale.

L’accordo prevede un aumento dei flexible benefits pari a 50 euro annuali rispetto a quanto già erogato da ccnl (200 euro annuali), dal 2023.

Si istituisce un premio di risultato variabile collettivo del valore di 450.00€ per il 2023, 500.00€ per il 2024 e di 550.00€ per il 2025, uguale per tutti (e quindi non riparametrato ai livelli di inquadramento), e basato sull’indicatore della qualità.

A partire dal 2025 viene riconosciuto il consolidamento di una quota salariale di 250.00€ annui, sempre uguali per tutti.

Infine nel 2022 tutti i lavoratori riceveranno i 200.00€ di buoni benzina previsti da decreto aiuti.

La FIOM CGIL di Bologna esprime soddisfazione per l’accordo sottoscritto dato che l’intesa si colloca all’interno di un’intensa attività di estensione della contrattazione aziendale e di miglioramento delle condizioni di lavoro ed economiche, anche nelle piccole e medie imprese del territorio.

Bologna 9 settembre 2022

FIOM CGIL BOLOGNA

Qui le note ufficiali della FIOM-CGIL Nazionale

Il 29 Luglio 2022 è stato firmato dalla FIOM-CGIL Bologna e dalla RSU alla LOGIMATIC di Ozzano Emilia, dopo il Referendum che ha approvato quasi all’unanimità l’intesa (1 contrario su 86 dipendenti), il primo accordo integrativo aziendale in una azienda bolognese della filiera di fornitura qualificata, partecipata da IMA SpA.

Una galassia di oltre 30 aziende di piccole e medie dimensioni che occupano complessivamente oltre 1200 lavoratori nel nostro territorio e sono parte integrante del processo produttivo del colosso del packaging.

Di seguito i contenuti principali dell’intesa:

  1. l’accordo prevede la formalizzazione di un sistema di relazioni sindacali avanzato (incontri periodici su andamento aziendale e Premio di Risultato, mail aziendale della RSU per comunicazioni sindacali ai lavoratori, Incontri semestrali di welcome sindacale ai neossunti, condivisione preventiva dei percorsi formativi).
  1. Diritti individuali: si prevede l’introduzione della flessibilità dell’orario in ingresso di un’ora per tutti i lavoratori, la possibilità di fruire di 8 ore di permessi aggiuntivi per visite mediche dei dipendenti oltre al tempo di viaggio per recarvisi, un contributo economico aggiuntivo a carico azienda del 30% per i primi tre mesi di astensione per maternità facoltativa del padre o della madre, la formalizzazione della mensa gratuita per tutti i dipendenti e della fornitura annua dei DPI.
  1. Sul lato economico, viene introdotto un Premio di Risultato annuo di 1000€ al conseguimento di obiettivi economici aziendali ampiamente raggiungibili, di cui 400€ erogati nel mese di Gennaio e i restanti 600€ massimi erogati a Giugno. L’accordo avrà durata triennale2022-2023-2024) e resterà in vigora fino a ulteriore rinnovo.

La FIOM-CGIL nel ringraziare la RSU LOGIMATIC per l’impegno profuso in oltre un anno di trattativa e le lavoratrici e i lavoratori per l’ampio consenso espresso, auspica che questa prima intesa sia da traino anche per le altre vertenze aperte nel sistema delle partecipate IMA a partire dal confronto in corso in IEMA ed EPSOL

Bologna, 03 Agosto 2022                                                                                                                                                                                                                 FIOM-CGIL Bologna

                                                                                                                                                                                                                                                          RSU LOGIMATIC

Si sono concluse le operazioni per l’elezione delle Rappresentanze Sindacali Unitarie alla Ducati Retail srl, realtà dell’omonimo gruppo di Borgo Panigale, che gestisce i punti vendita e l’assistenza nei siti di Bologna e Roma e che occupa 47 addetti.
È la prima volta che questi lavoratori eleggono i propri rappresentanti, con una importante partecipazione al voto dei dipendenti, sintomo della necessità di farsi rappresentare per provare a
migliorare la loro condizioni all’interno dall’azienda, e ha consentito l’elezione di 3 RSU.
I lavoratori hanno eletto 2 delegati Fiom e il rappresentante sulla sicurezza, accordando alla Fiom il 70% delle preferenze.
Ora l’obiettivo delle neo eletta Rsu e della Fiom è la piena integrazione dei lavoratori degli store all’interno della contrattazione di gruppo Ducati, approfondendo gli accordi già presi in occasione della creazione del ramo di azienda del Retail.


La Fiom augura ai delegati eletti un buon lavoro!


Bologna, 29/07/2022
FIOM CGIL BOLOGNA