Nelle giornate del 7 e 8 settembre 2022 si sono svolte le operazioni di voto per il rinnovo della RSU in HIAB Italia srl di Bologna (ex Effer).

Le elezioni hanno riportato una buona affluenza (oltre il 70%) e la FIOM CGIL ha eletto 3 delegati sindacali RSU e 1 RLS.

L’Azienda HIAB Italia srl è una storica realtà industriale di 200 dipendenti in cui la FIOM è stata sempre stato l’unico sindacato presente in fabbrica, segno di una fiducia reciproca tra lavoratori e Organizzazione Sindacale che dura tutt’ora.

Rinnoviamo ai delegati neoeletti l’augurio di un ottimo lavoro nel gestire questi anni difficili.

Nella giornata di Lunedì 23 maggio 2022, nello stabilimento di Riola di Vergato della Walvoil Spa, si sono svolte le elezioni per il rinnovo della Rsu che ha visto un’ampia partecipazione al voto con un’affluenza superiore al 80% degli aventi diritto.

Netto il risultato ottenuto dalla Fiom-Cgil alla quale va più del 93% dei consensi eleggendo 3 delegati su 3!

La Rsu uscente era composta da un delegato Fiom-Cgil e un delegato Fim-Cisl. Anche nelle elezioni Rls si registra la stessa affermazione della Fiom che elegge il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Un grande ringraziamento va a tutte le lavoratrici e i lavoratori che hanno dato fiducia alla Fiom-Cgil, alla Commissione per il buon lavoro svolto e alla Rsu neoeletta i migliori auguri di buon lavoro!!!

Bologna, 25/05/2022

FIOM – CGIL Bologna

AL CENTRO DELL’ ACCORDO: SALARIO, FORMAZIONE, DIRITTI E TUTELE

Nella giornata del 23 maggio si sono svolte nello stabilimento Italgear di Casalecchio di Reno, le assemblee per illustrare i contenuti della Ipotesi di Accordo siglata da RSU e FIOM-Bologna il 18 maggio.

L’ipotesi di accordo prevede un rafforzamento del sistema delle relazioni sindacali su temi quali: andamento aziendale; investimenti, modifiche organizzative; decentramento; andamento occupazionale, ore straordinario e attività formative.

E’ stato migliorato quanto contenuto nel CCNL per quanto riguarda la Formazione; nella ipotesi sono previsti momenti di incontro per condividere i programmi formativi, dove saranno coinvolti anche le lavoratrici ed i lavoratori a tempo determinato e/o in somministrazione. E’ riconosciuto alla rappresentanza dei lavoratori il diritto di proposta sulle necessità formative. Le parti hanno infine convenuto di predisporre un “libretto formativo” sul quale registrare la formazione fatta e che sarà consegnato alla lavoratrice o lavoratore interessati. Conseguentemente è stato introdotto un meccanismo che prevede una verifica annuale delle professionalità.

Viene elevato il numero di ore di permesso retribuito previsto per le visite mediche, riconosciuto anche per visite specialistiche dei familiari.

Per ciò che attiene l’aspetto economico, viene aumentato l’importo economico dell’indennità di turno che passa da una media di 76 a 86,5 euro/mese.

Il valore massimo del Premio di Risultato passa da 1950 euro a 2100 euro pagato con un meccanismo di acconto certo di 1150 e saldo a consuntivo; infine è previsto un consolidamento del 35% della media del Premio di Risultato erogato durante la vigenza dell’accordo.

I lavoratori a larghissima maggioranza hanno votato favorevolmente all’accordo (ha votato l’80% degli aventi diritto) con un solo voto contrario.

L’accordo continua la storia contrattuale di Italgear azienda di 60 dipendenti che produce ingranaggi di precisione che trovano applicazione in vari settori (dall’automotive alla produzione di macchine utensili) e conferma ancora una volta che attraverso la contrattazione si possono mettere assieme salari, diritti e competitività aziendale

La Fiom e la RSU esprimono soddisfazione per il risultato raggiunto.

Bologna, 25/05/2022

Fiom-Cgil Bologna

RSU Italgear

Il 29 e 30 giugno i si sono svolte le elezioni RSU alla GPL Service, importante azienda di Granarolo che occupa 44 dipendenti e produce e installa impianti GPL ad uso civile e industriale.

Per la prima volta in questa azienda si è sono svolte le elezioni RSU ed i lavoratori hanno eletto due delegati entrambi della Fiom-Cgil.

Si tratta di un risultato particolarmente rilevante in quanto le Lavoratrici e i Lavoratori della GPL Service avranno finalmente una rappresentanza sindacale.

La Fiom Cgil di Bologna ringrazia tutte le Lavoratrici e tutti i Lavoratori che hanno dato fiducia alla Fiom.

Ai delegati eletti facciamo tantissimi auguri per il lavoro che li attende.

Bologna, 02/07/2021

Fiom-Cgil Bologna

#IoStoConLaFiom

MW.FEP
Stabilimento San Giovanni in Persiceto
SOTTOSCRITTO L’ACCORDO PER UN NUOVO CONTRATTO
AZIENDALE


E’ stato sottoscritto nella giornata di oggi, giovedì 17 giugno 2021, dopo il percorso di approvazione da parte delle lavoratrici e dei lavoratori, l’accordo per un nuovo contratto aziendale alla MW.FEP di San Giovanni in Persiceto, storica azienda metalmeccanica del persicetano che
oggi occupa, nello stabilimento di via Modena,186 lavoratrici e lavoratori.


MW.FEP in questi anni ha visto un importante rinnovamento della struttura aziendale, anche con investimenti sullo stabilimento, e ha recentemente acquisito – incorporando i 21 lavoratrici e lavoratori – la società Link Engineering.


MW.FEP offre soluzioni e servizi di progettazione, prototipazione e produzione di schede elettroniche ed apparati ad elevato contenuto tecnologico, nei settori difesa & avionico, medicale,
ferroviario, industriale, energy, automotive e telecomunicazioni.
Riteniamo di particolare rilevanza l’accordo sottoscritto oggi perché si rinnova il patrimonio della contrattazione collettiva, visto che l’ultimo contratto aziendale risale al 2000.


L’intesa raggiunta prevede:

  • Un rafforzamento e una sistematizzazione del sistema di confronto e relazioni sindacali;
  • L’introduzione di un’ora di assemblea sindacale aggiuntiva (alle 10 annuali) in materia di welfare
    contrattuale (fondo pensione Cometa e fondo sanitario Metasalute);
  • L’ingresso in azienda, per tutte e tutti, almeno al 3 livello CCNL (5 livello per i lavoratori e le
    lavoratrici in possesso di laurea specialistica, anche non inerente alle mansioni ricoperte in azienda)
  • Un impegno condiviso contro tutte le discriminazioni basate su razza, colore, religione, sesso,
    identità di genere, orientamento sessuale, età, disabilità, origine o altri fattori;
  • L’allargamento del sistema di permessi per visita medica (nell’ambito di un monte ore annuo pari a
    40 ore per ciascun dipendente) anche per permettere di accompagnare figli minori, genitori anziani,
    coniugi o conviventi;
  • La possibilità di fruire, come ulteriore strumento di conciliazione tra tempo personale e tempo di
    lavoro, di “permessi speciali” fino a 40 ore annue attraverso la conversione in tempo di una parte
    della 13ma mensilità;
  • L’introduzione di un incontro formativo con Rls/Rsu/Rspp su aspetti di salute e sicurezza per i nuovi
    assunti, in aggiunta alla formazione obbligatoria;
  • L’impegno a definire una integrazione all’accordo in materia di mobilità sostenibile.
    La parte economica prevede l’istituzione di un Premio di Risultato con un valore di riferimento pari a 1.500 euro – 1.800 euro – 2.000 euro rispettivamente per gli anni 2021,2022 e 2023, con un meccanismo di acconto riconosciuto nel corso dell’anno di maturazione e tre indicatori (due di qualità e uno di sostenibilità ambientale).
    Questo accordo conferma un impegno diffuso della FIOM CGIL di Bologna al rafforzamento e all’innovazione del patrimonio di contrattazione collettiva.

  • San Giovanni in Persiceto, 18 giugno 2021
    FIOM CGIL BOLOGNA RSU MW.FEP

In 3R, appalto della logistica Ducati, le Lavoratrici ed i Lavoratori approvano l’accordo del cambio contrattuale.

Da logistica a metalmeccanici

Si sono svolte nella giornata di Martedì 2 Febbraio le assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori di 3R Service srl, azienda che si occupa della logistica in Ducati Motor Holding nei siti di Sala Bolognese e di Borgo Panigale e che complessivamente occupa un’ottantina di lavoratrici e lavoratori.

Le assemblee hanno trattato e messo in approvazione l’accordo relativo al cambio contrattuale, da CCNL Logistica e Trasporti al CCNL Metalmeccanici Federmeccanica, che sarà in vigore dal 1 Gennaio 2021.

Il tema di applicazione contrattuale nel sistema degli appalti è molto importante e argomento contenuto nella contrattazione di secondo livello portata avanti dalla FIOM-CGIL nella principali aziende metalmeccaniche del territorio di Bologna con l’obiettivo di ricomporre le varie realtà di servizio nel sistema produttivo metalmeccanico sotto un unico CCNL (più tutelante sia in termini salariali che normativi), prevedendo di fatto il diritto alla contrattazione di secondo livello.

Nel merito l’accordo prevede che ai lavoratori in forza al 31 Dicembre 2020 verrà mantenuto il salario percepito nell’applicazione CCNL logistica riconoscendo, laddove si renda necessario, la creazione di una voce retributiva aggiuntiva non assorbibile (né dai futuri aumenti del CCNL metalmeccanici né dall’elemento perequativo – garanzia economica della mancata contrattazione aziendale previsto nel CCNL metalmeccanici -).

E’ previsto il mantenimento e la rivalutazione dell’anzianità maturata fino al 31 Dicembre 2020 e un corretto inquadramento delle lavoratrici e dei lavoratori rispetto al CCNL metalmeccanici concordando il superamento della prima categoria, sia per i nuovi assunti che per chi era già in forza al momento del passaggio.

Nei prossimi giorni verrà sottoscritto anche con Ducati un verbale dove si garantisce la clausola di salvaguardia alle lavoratrici ed ai lavoratori nel caso di cambio di appalto.

Infine, nell’ipotesi di accordo approvata con il voto unanime del 100% delle lavoratrici e dei lavoratori durante le assemblee, c’é l’impegno di iniziare una attività contrattuale di secondo livello che contenga elementi salariali e normativi soprattutto in relazione alle condizioni di lavoro dei due magazzini sia quello di Borgo Panigale che quello di Sala Bolognese.

Nei prossimi giorni si avvieranno le procedure per le elezione della RSU in applicazione del Testo Unico sulla Rappresentanza, e successivamente la costruzione di una piattaforma rivendicativa per il contratto aziendale che verrà costruita con le lavoratrici ed i lavoratori che avvierà una fase contrattuale necessaria per a migliorare una condizione complicata come quella del mondo degli appalti e che sia unificante per chi vi lavora.

Questo importante risultato è sicuramente frutto anche dell’impegno e dell’autorevolezza dei delegati FIOM in Ducati ed arriva nei giorni della trattativa no-stop per il rinnovo del CCNL dell’industria metalmeccanica.

Bologna, 3 febbraio 2020

FIOM CGIL BOLOGNA