VERTENZA SAGA COFFEE – GRUPPO EVOCA LA REGIONE HA FATTO LA PROPRIA PARTE MA LA VERTENZA E’ TUTTA APERTA
Si è appena concluso l’incontro urgente convocato dalla Regione Emilia Romagna sulla vertenza Saga Coffee / Gruppo Evoca.
L’Assessore Vincenzo Colla ha richiesto all’Azienda di prendersi un periodo di 10 giorni per ritornare al tavolo con soluzioni alternative alla chiusura del sito di Gaggio Montano anche con un progetto di rilancio delle produzioni del settore.
Per la FIOM CGIL e la FIM CISL, territoriali e regionali, siamo di fronte alla violazione non solo di quanto previsto dai recenti accordi aziendali, ma anche del Patto per il Lavoro e il Clima sottoscritto in Regione da tutte le parti sociali, pertanto non possono essere attuate dall’azienda iniziative unilaterali.
Le distanze restano molto ampie, in quanto l’Azienda, per tramite dell’amministratore delegato di Saga Coffee e di Evoca spa, pur accettando la nuova convocazione del tavolo per il prossimo 23 novembre, si è limitato a ragionare di possibili progetti di reindustrializzazione del sito.
Pertanto la vertenza resta aperta, il presidio permanente rimane e nelle prossime ore saranno decise ulteriori iniziative di lotta.


FIOM CGIL Bologna, FIM CISL Amb

Per prenotare il tuo posto sul pullman contatta la Fiom di Bologna al numero 051248210 oppure scrivi una mail a info.fiom@er.cgil.it

In allegato il volantino della manifestazione e l’Ordine del giorno approvato dall’Assemblea Generale Fiom Bologna in data 12.10.2021.

LE LAVORATRICI E I LAVORATORI DELLA SAMP INCONTRANO IL GRANDE REGISTA KEN LOACH.
Oggi in occasione dell’anteprima del suo nuovo film “Sorry we missed you” presso la Cineteca di Bologna.

Nel pomeriggio il presidio presso la Regione Emilia Romagna

Un ringraziamento a Raffaele Donini Vice Presidente della Regione Emilia-Romagna, Erika Ferranti Sindaca di Bentivoglio, Omar Mattioli Sindaco di Baricella in rappresentanza dell’ Unione Terre di Pianura, e Alessandro Erriquez Sindaco di Castello d’ Argile

Le nostre foto e l’intervento di Michele Bulgarelli Segretario Generale della Fiom-Cgil di Bologna

Oggi la Fiom-Cgil di Bologna ha partecipato al Friday for Future. La Fiom c’è perchè vuole portare con la contrattazione le istanze della giustizia climatica nei luoghi di lavoro e perchè, metalmeccanici e studenti, se si uniscono, possono davvero cambiare le cose!

L’aria è ferma,
non si muove una foglia.
E io, di parlar d’agosto,
non ne sento la voglia.
Quindi taccio,
fermo davanti all’orologio.
Un treno fischia,
Bologna ha gli occhi bagnati.
Si, gli occhi sono bagnati
e il cuore pieno di mestizia.
Ma nessuno si illuda:
Bologna vuol giustizia!

Poesia di Cesarino Volta

La FIOM CGIL Bologna esprime solidarietà e sostegno alla mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori del Call center LCT IGEA di Funo, che oggi hanno scioperato e manifestato presso il Comune di Argelato, con il supporto della SLC CGIL, a difesa del loro posto di lavoro e per rivendicare condizioni contrattuali dignitose.

La vicenda giudiziaria che ha coinvolto la holding ALMA, capofila di una infinita serie di scatole cinesi che hanno generato una lunga serie di appalti e subappalti, rappresenta purtroppo una delle tante situazioni di sfruttamento che siamo comunemente impegnati a contrastare anche nella nostra provincia e in regione.

La FIOM CGIL Bologna è impegnata assieme alla FIOM Nazionale nel sollecitare il principale committente di LCT IGEA (Il Fondo sanitario Previmedical che fa capo al gruppo RBM) a trovare un nuovo appaltatore che applichi un contratto regolare e che investa nelle professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori di Funo.

Bologna, 19 Giugno 2019 

                                                                                                      FIOM CGIL Bologna